Skip to content Skip to footer

La provincia di Lucca e la bici

Abbiamo viaggiato molto per lavoro e per diletto in tante parti del mondo: abbiamo visto cose belle, abbiamo conosciuto persone favolose, abbiamo seguito progetti ambiziosi. Ma ogni volta abbiamo sempre sognato di tornare a Lucca, anche solo per un week end. Qui si respira un’aria che non si trova da nessuna parte. La pace, la calma, le mura che racchiudono, come una bomboniera, case vie e piazze intatte nei secoli. Qui ci si conosce tutti.

Viviamo in una pianura circondata da splendide colline, abbiamo un fiume un lago e il mare a 15 minuti di macchina, piste da sci a 40 minuti.
I nostri rituali: la passeggiata in via Fillungo, il giro di mura, le 100 chiese (ancora oltre 50), la focaccia dal Giusti o dal Casali, i legumi da Prospero. La produzione dell’olio e del vino, le tante osterie e locali disseminati in ogni dove. Quando nel 2010, in preparazione ai mondiali di ciclismo del 2013, abbiamo ospitato gli ispettori dell’UCI, abbiamo ricevuto moltissimi elogi per la bellezza dei luoghi, dei percorsi e delle infinite possibilità che i ciclisti hanno sulle nostre strade. Lucca e la sua provincia hanno le caratteristiche per volere di più.

Lucca e la bici un binomio perfetto.
Cominciamo a vedere più piste ciclabili e altre ne arriveranno. Con le due ruote qui si può fare di tutto. Ciclisti esperti che si arrampicano sul “piccolo mortirolo” o vanno al mare passando da Balbano, o dal Chiesa, o dal Monte Magno, il giro del Cipollaio e perchè no, una capatina all’Abetone.
I più intrepidi hanno infiniti percorsi dentro i boschi delle nostre colline con attrezzature all’avanguardia e mountain bike adeguate E non ci sono più limiti di età, con l’e-bike si può rimanere a battiti cardiaci normali anche affrontando salite ripide oppure facendo lunghi percorsi.

La bici è mezzo per tutti.
Famiglie che fanno l’arborato cerchio con bici nuove o vintage, facendo sfoggio di bellissimi accessori. Bambini che imparano su bici con le ruotine.

Ma si può fare di più.
Ci piacerebbe vedere molte più bici e molte meno macchine, persone meno stressate alla ricerca di un parcheggio e persone più felici del benessere e dell’aria pulita.
Ci piacerebbe vedere molte più persone sul fiume, magari spingendosi fino a Torre del Lago sulla pista ciclabile Puccini, fermarsi all’imbarcadero e imbarcarsi per un giro nei meandri del Massaciuccoli.
Ci piacerebbe vedere più persone alla stazione di Lucca con la bici e partire con il treno per andare a Viareggio per godere del lungomare e di una giornata di sole. Senza l’assillo del parcheggio.
E poi quando ci sarà la ciclabile del Nottolini arrivare, partendo dal tempietto dietro la stazione di Lucca, alle Parole d’Oro.
Ci piacerebbe vedere le piazze di Lucca piene di biciclette e vuote di macchine, ci piacerebbe vedere crescere la Vinaria ai livelli dell’Eroica. Ci piacerebbe vedere una educazione e un rispetto per i ciclisti degni di Copenaghen. Ecco… Copenaghen… questo è il nostro sogno. Creare un movimento che comprenda tutti gli amanti delle due ruote dell’ecologia dell’aria pulita per far decollare questo progetto.

Facciamo appello a tutti gli operatori del settore, ai Comuni, agli Enti, alle Associazioni e Circoli Sportivi, perchè unendosi a noi, facciano in modo che questo sogno si avveri.
Ecco perchè un gruppo di amici amanti della bicicletta, che hanno condiviso tanti progetti ambiziosi, hanno ideato LUCCABIKEEVOLUTION. Manifestazione che vede la luce quest’anno per riproporsi gli anni prossimi sempre in maniera più ambiziosa.

Lucca Bike Evolution 2022 – Esposizione internazionale della Bicicletta 24-25-26.06.2022